News‎ > ‎

Concorso nazionale "inventiamo una banconota" indetto dalla Banca d'Italia

pubblicato 9 apr 2019, 08:26 da Daniela Dabergami
Alcuni alunni della classe 4CL della sede Tramello hanno partecipato al concorso indetto dalla Banca d'Italia "Inventiamo una banconota", con la supervisione della prof.ssa Campanella. Ecco il loro commento:

Scegliere comportamenti economici consapevoli: la risposta giusta alle emozioni.
Il tema scelto quest'anno per partecipare al concorso " Inventiamo una banconota" è la parabola evangelica dei "Talenti". Tale parabola ci sembra idonea a rappresentare il rapporto denaro - emozioni. Abbiamo, pertanto, creato con il programma AUTOCAD, una banconota immaginaria avente tutte le caratteristiche di una banconota vera riportando come immagine i soggetti della parabola. La banconota immaginaria è stata corredata da una relazione che spiega come le emozioni influenzino le nostre scelte, i nostri investimenti. 


RELAZIONE:
Si parla spesso di  emozioni in riferimento alle relazioni interpersonali, a come ci relazioniamo con gli altri, ma raramente si prendono in considerazione le emozioni che scaturiscono dal rapporto delle persone col denaro.
Ciò nonostante, le nostre scelte in campo economico sono fortemente condizionate dalle emozioni, come viene evidenziato nella parabola dei talenti: il racconto evangelico si presta a molteplici letture simboliche. Se consideriamo i talenti nell'accezione più realistica, ossia in quanto monete aventi corso legale duemila anni fa in area mediorientale, ecco che emergono due atteggiamenti, fra loro contrapposti, che possiamo considerare paradigmatici di altrettanti tipici
comportamenti umani nell'uso del denaro: la dicotomia fra un risparmio sterile e miope, dettato dal timore di future perdite, e un risparmio proficuo e coraggioso, mosso da prospettive di crescita e progresso, riassumono i due estremi dai quali il marketing finanziario non può prescindere.

Investire è dominare le emozioni…
                                                                                          Gli alunni: G.E., M.C., L.E. classe: 4CL
Comments